Bilancio senza tagli e senza aumenti delle tariffe. Lo strumento di programmazione economica è stato approvato ieri sera, martedì, dal Consiglio comunale.

Bilancio all’esame del Consiglio

“Servizi di livello medio-alti e nessun aumento delle tariffe”. E’ così che il sindaco Angelo Caterina ha sintetizzato, i contenuti del bilancio di previsione per gli anni 2018, 2019 e 2020, che  sono stati discussi ieri sera, martedì, dal parlamentino pozzuolese. Secondo il primo cittadino a favorire la parte corrente dello strumento economico sono state le minori spese, pari a 130mila euro, che il Comune ha dovuto sostenere grazie all’Unione Adda-Martesana, e l’entrata di 50mila euro derivante da una convenzione con la Ferrero.

Risparmi grazie all’Unione

Nota positiva per il primo cittadino sono stati anche i risparmi che il Comune ha potuto realizzare grazie all’Unione e al fatto di indire le gare per tutti i quattro Comuni dell’Ente, che comprende oltre a Pozzuolo anche Truccazzano, Bellinzago e Liscate. Un’incognita secondo Caterina è invece rappresentata dalle entrate derivanti dagli oneri di urbanizzazione. “Quest’anno abbiamo oneri per 305mila e se non ci fossero stati ci saremmo trovati in difficoltà – ha spiegato – Ma gli oneri non ci saranno per sempre”. Nel corso della seduta il primo cittadino ha anche annunciato che il Comune potrà presto contare su una consistente entrata derivante da tributi non versati.