Quest’anno il testimonial sarà l’atleta paralimpico Enzo Contemi

Io tifo positivo

Torna anche quest’anno nelle scuole primarie di Cinisello Balsamo “Io tifo positivo”, il progetto della Comunità Nuova di don Gino Rigoldi, per educare i bambini ai valori dello sport: rispetto, correttezza, tolleranza.

Il progetto “Io tifo positivo”, nato nel 2007, porta a scuola una serie di attività finalizzate alla prevenzione di qualsiasi forma di violenza verbale e fisica e alla diffusione di una diversa cultura del tifo, attraverso la promozione dei valori dello sport e principi ispiratori delle relazioni umane.

Ieri mattina, 5 febbraio, il progetto è cominciato nella primaria Villa di via Verga.

L’atleta paralimpico

I bambini della scuola Villa hanno incontrato l’atleta paralimpico Enzo Contemi.

Contemi è un ex militare che dopo un incidente sul lavoro e alcuni interventi chirurgici, è ora costretto su una sedia a rotelle: “Dopo il congedo dall’Esercito, la mia nuova vita è su questa sedia. Stare con i bambini è emozionante, giocare interagendo e cercando di far capir loro cosa significhi essere disabili per ridotte capacità motorie e visive. Attraverso “Io tifo positivo” facciamo fare loro dei percorsi ad ostacoli, limitando le loro capacità, in modo che provino in prima persona cosa significa non vedere o non poter camminare. Ecco che provano paura, smarrimento, disorientamento, tutte emozioni e sensazioni forti che condividiamo insieme. Ma soprattutto imparano cosa significa la parola fiducia, cosa cosa vuol dire doversi affidare totalmente ad un’altra persona e quanto sia importante aiutare chi è più debole anche con un semplice gesto”.

Leggi anche:  Odori molesti e pirolisi l'incontro con gli esperti non cancella le preoccupazioni