A 80 anni si è riscoperto artista, la storia di Mario, ospite del Golgi Redaelli, dove ha trovato anche una nuova amica.

Artista a 80 anni

E’ arrivato al Golgi Redaelli esattamente un anno fa, quando nemmeno si reggeva in piedi. Dodici mesi dopo Mario Mai, ottanta primavere alle spalle, non solo può dire di aver riscoperto il suo spirito di artista, ma anche di aver trovato tra le mura della residenza una nuova amica con cui condividere le gioie della quotidianità.

Dal ricovero ai quadri

7 febbraio 2017. Se lo ricorda ancora quel giorno l’anziano, che ha vissuto a Pioltello da quando si è sposato. Era arrivato nella sua stanza dopo un lungo periodo a letto per iniziare la riabilitazione. Adesso nella stessa camera ci sono appesi i quadri e i presepi che in questo periodo ha realizzato. «Ma non sono tutti, alcuni ho deciso di regalarli ai medici», ha specificato orgoglioso.

Una nuova amicizia

Girando per i corridoi della residenza ha anche stretto amicizia con un’altra ospite, Silvana Rossi, che ha sei anni in più di lui. “Le leggo i libri la sera perché lei non ci vede bene”, ha spiegato. Il servizio completo sul numero del giornale in edicola da sabato 10 febbraio.