I sindacati sono sul piede di guerra per la notizia della chiusura di uno degli otto nidi comunali a Sesto San Giovanni. A giugno, infatti, chiuderà i battenti l’asilo XX Settembre in seno alla riorganizzazione del servizio decisa dall’Amministrazione. Il piano della Giunta prevede anche l’acquisto di posti comunali in nidi privati convenzionati per ampliare l’offerta e ridurre le liste di attesa.

La Cgil protesta

“Di fronte a tale scelta non possiamo che dirci contrari e preoccupati”. Recita la nota diramata dalla Cgil Funzione pubblica. “Riteniamo assolutamente inaccettabili politiche di disinvestimento sulle realtà pubbliche a favore di convenzionamenti con i privati, che minano la qualità di un servizio che a Sesto vanta una tradizione di altissimo profilo”.

Sciopero il 16 marzo: “Preoccupa anche la carenza di organico”

“Siamo altresì preoccupati per l’attuale situazione organizzativa di tutti i nidi comunali, che al momento vede una pesante carenza di organico”. Continua la Cgil. “Siamo al fianco di educatori, delle famiglie e del comitato genitori nidi nella difesa di un servizio tanto delicato, e chiediamo all’Amministrazione un ripensamento su tale scelta. Per sostenere la nostra contrarietà a tali scelte abbiamo indetto per venerdì 16 marzo lo sciopero del personale educativo dei servizi all’infanzia”.