Una folla di centinaia di persone ha dato l’ultimo saluto a don Giovanni Brovelli, storico parroco di Settala, scomparso nella notte tra mercoledì e giovedì.

Corteo funebre con centinaia di persone

Una chiesa di Sant’Ambrogio piena all’inverosimile, ha salutato per l’ultima volta don Giovanni Brovelli. A officiare l’estremo saluto, il vicario episcopale monsignor Michele Elli, che ha portato il ricordo e l’abbraccio dell’Arcivescovo Mario Delpini, insieme ai vicari della comunità pastorale Giovanni Paolo II e a don Massimo Mapelli. Tantissime persone hanno voluto accompagnare don Giovanni nel suo ultimo viaggio, così tante da costringere alcuni fedeli a seguire la funzione dal sagrato della chiesa.

Un don che aiutava il prossimo

“Don Giovanni è stato qualche volta criticato, ha scandalizzato per il suo modo di aiutare i più bisognosi ma questa chiesa così piena dimostra ancora una volta che aveva ragione lui” , ha raccontato dal pulpito proprio monsignor Elli. La salma è stata poi tumulata nel cimitero di Settala. Tutte le offerte ricevute saranno destinate all’associazione Pantonoikia, fondata proprio da don Giovanni nel 1983, a sostegno dei più deboli ed emarginati.