Sei persone che con il loro impegno hanno fatto grande la città. Sono i cittadini benemeriti ai quali venerdì verrà attribuita l’onorificenza civica e che saranno iscritti nelle lapidi commemorative del famedio cittadino. La cerimonia si svolgerà alle 11 nel piazzale del cimitero storico.

Famedio a Gorgonzola ecco i nomi

I nominativi sono stati selezionati dalla Commissione consultiva comunale, che si è fatta interprete dei desideri e dei sentimenti della cittadinanza, scegliendo tra le numerose candidature presentate entro lo scorso 4 novembre da parte di cittadini, enti, associazioni e pubblici amministratori. Di seguito i nomi e le motivazioni.

Ambra Birga

Ambra Birga
Ambra Birga

Meritevole per la dedizione avuta per tanti anni a migliorare e rendere più sensibile la cittadinanza sulla condizione delle persone disabili. Fondatrice dell’Associazione genitori e amici degli handicappati e artefice, in modo determinante, della nascita del Centro socio educativo di Gorgonzola.

Monsignor Anacleto Cazzaniga

Monsignor Anacleto Cazzaniga
Monsignor Anacleto Cazzaniga

Parroco di Gorgonzola dal 1948 al 1953. In questi anni maestro e realizzatore dell’oratorio maschile e della Sala Argentia. Successivamente arcivescovo di Urbino e, insieme a Carlo Bo, fondatore dell’Istituto di Scienze religiose di Urbino. Allo scadere dell’incarico vescovile per 19 anni residente nella nostra città dove ha partecipato attivamente alla vita della parrocchie e della Diocesi Ambrosiana.

Leggi anche:  Sabato a scuola per le elementari di Gorgonzola FOTO

Giuseppe Conforti

Per numerosi anni medico in Gorgonzola. Ha saputo unire la competenza e la professionalità in una riconosciuta umanità e sensibilità verso tutti i suoi pazienti.

Costantino Gironi

Costantino Gironi
Costantino Gironi

Per il suo prodigarsi per ogni necessità associativa e per il suo costante e generoso interessamento per risolvere i diversi problemi che molte persone gli ponevano.

Carlo Merlini

Carlo Merlini
Carlo Merlini

Antifascita e comandante partigiano durante la Resistenza. Dopo la Liberazione continuò l’attività politica: per trent’anni fu consigliere comunale di Gorgonzola e per cinque consigliere provinciale. Membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda Ospedaliera di Melegnano in qualità di responsabile del personale la linea tratteggiata delimita l’area di rispetto degli ospedali di Gorgonzola e Melzo.

Marco Sala

Marco Sala
Marco Sala

Sempre disponibile con entusiasmo, passione e fedeltà a servizio degli ultimi, dei soli e abbandonati, degli anziani: Infaticabile fino agli ultimi giorni di vita testimoniando così ogni giorno il Vangelo vissuto. È stato per molti una spinta per continuare e migliorare e modello per i giovani di Gorgonzola.