I malviventi hanno rubato al bar di via Vittorio a Cassano.

Furto al bar dopo quello in auto

Oltre al danno la beffa. In oratorio il furto è avvenuto con il cric rubato dall’auto di un sacerdote. Nella notte fra venerdì e sabato scorso ignoti si sono introdotti nel bar della struttura parrocchiale di via Veneto. Magro il bottino dei malviventi: circa 20 euro di fondo cassa, 90 della lotteria, qualche lattina e alcune caramelle.

I precedenti

Era già successo lo scorso inverno quando, a stretto giro di posta, era stata rubata la vernice per la segnatura dei campi, mentre l’oratorio di Cristo Risorto era stato coinvolto in una serie di furti negli spogliatoi e nel magazzino del materiale della Pierino Ghezzi culminati con il fermo di tre minorenni da parte dei militari dell’Arma della locale stazione.

Colpo andato a segno

I ladri, quasi certamente più di uno, hanno scavalcato il cancello alle spalle della tribuna, accedendo poi tramite il campo da calcio all’area degli spogliatoi. Lì hanno tagliato la rete in ferro che divide questi ultimi dal parcheggio interno. E proprio nel posteggio hanno preso “l’arma” per compiere il furto. I malviventi hanno infatti sfondato il vetro posteriore della macchina di monsignor Piergiuseppe Coita per prendere il cric contenuto nel baule. Con questo e con una mazza, rinvenuta in seguito sul tetto della biglietteria, i ladri hanno rimosso alcune inferriate a protezione del bar sfondando in seguito una parte del vetro.