Il modo migliore per ricordare Andrea Rivolta? Sostenere lo sport che amava molto e che aveva portato lui stesso a Sesto San Giovanni. I famigliari del compianto ex vicesindaco hanno lanciato da Facebook un appello per raccogliere fondi per il Baskin.

Uno sport per disabili e normodotati

Ancora oggi Rivolta viene ricordato per il suo impegno al fianco delle associazioni e delle società sportive della città. Un rapporto stretto che ha consolidato quando ha assunto il ruolo di assessore allo Sport nella scorsa legislatura. Tifoso della Pro Sesto, lo storico esponente del Pd viene ricordato in particolare come il «papà» del Baskin, disciplina della pallacanestro che unisce sullo stesso campo normodotati e disabili, in cui credeva molto e che ha fondato a Sesto.

“Diamo continuità al suo impegno”

“Moltissime persone ci hanno scritto, telefonato, sono venuti a trovarci o hanno partecipato al funerale di Andrea”. Scrivono i familiari di Rivolta. “Ciascuno nel proprio modo ci ha fatto sentire affetto e vicinanza: grazie di cuore da parte nostra. E’ stata una testimonianza intensa della passione di Andrea per la vita, il lavoro e l’impegno civile. Molti ci hanno chiesto in che modo poter dare continuità al suo impegno. Abbiamo scelto di sostenere uno dei progetti più amati da Andrea – forse il più bello – come lui stesso ci ha detto, cioè il Baskin”.  Tutti coloro che vorranno, potranno fare una donazione utilizzando questo Iban: IT36A0623033100000047543216, Cariparma – Credit Agricole, intestato a Marta Rivolta, causale: Baskin.

 

Leggi anche:  Premio San Vittore ultimi giorni per le candidature