Legambiente ha chiesto un incontro al sindaco Angelo Caterina per discutere delle soluzioni per salvare lo storico pioppo di Cascina Bellaviti.

Legambiente alla ricerca di una soluzione

Ci sarà un incontro tra Legambiente e i “difensori” dello storico pioppo di Cascina Bellaviti e il sindaco Angelo Caterina.  A confermarlo sono stati il rappresentante di Legambiente Adda Martesana Giuseppe Moretti e Maria Grazia Romanò la donna che per prima si è mobilitata per salvare lo storico albero. La richiesta di un incontro è stata inviata al sindaco ieri, lunedì. Il primo cittadino ha dato la sua disponibilità a un faccia a faccia, subito dopo l’effettuazione di una perizia sulla pianta da parte di un agronomo.

“Siamo fiduciosi”

Moretti si è detto fiducioso su una soluzione positiva. “Il sindaco è stato molto disponibile – ha spiegato – Credo che un albero storico del paese possa convivere con il centro anziani e che si possa trovare una soluzione”. Lo storico albero sorge all’interno dell’area di Cascina Bellaviti dove il Comune intende realizzare il centro anziani le cui fondamenta andrebbero a intaccare le radici. Un intervento per abbattere la pianta era già stata programmato prima di Natale ma l’intervento di un gruppo di attivisti ha provocato la sospensione dei lavori.

Leggi anche:  Allievi della Mazzini aprono ristorante

“Una pianta sanissima”

Secondo Moretti la pianta, attualmente, è sanissima. “L’albero al momento non presenta alcun problema – ha spiegato il leader ambientalista –  Ma potrebbero sorgere se le radici fossero toccate dalle ruspe al momento della realizzazione delle fondamenta del centro anziani. Credo però che si possa trovare una soluzione per un albero storico con cui gli anziani ricordano di averci giocato”.

“Speriamo”

Sulla vicenda dello storico pioppo si è espressa anche Maria Grazia Romanò. “Il sindaco ci ha confermato un incontro dopo la perizia – ha spiegato – Facciamo un passo alla volta. Speriamo”.