Manifestazione di Casa Pound  a Segrate, monta la polemica in maggioranza.

Casa Pound a Segrate

Si accende la polemica nella maggioranza di Segrate. La pagina ufficiale del Partito Democratico, con un comunicato a firma del segretario del locale circolo Sandro Pertini, Damiano  Dalerba, ha infatti aspramente criticato il sindaco Paolo Micheli.  Il motivo? la scelta di concedere un banchetto a Casa Pound. Il banchetto si terrà il 26 febbraio prossimo in occasione del mercato comunale.

 Il comunicato del Partito Democratico

Di seguito il breve comunicato del Pd, che non cita mai direttamente Casa Pound. “Il 26 febbraio 2018 un’organizzazione di estrema destra e di matrice neofascista ha chiesto ed ottenuto dalla Polizia Locale del Comune di Segrate l’autorizzazione per un proprio banchetto presso il mercato comunale di Segrate centro.  Siamo certi che si tratti solo di uno spiacevole errore e che il sindaco Paolo Micheli, insieme alla Giunta e con la collaborazione della Prefettura, farà quanto in suo potere per impedire questo sfregio alla nostra città. La Repubblica Italiana si fonda sui valori costituzionali dell’antifascismo, della libertà, dell’uguaglianza. Chi professa e/o pratica comportamenti estremisti di natura politica, violenti, sovversivi o di eversione dell’ordine democratico, integralisti, razzisti, omofobi, transfobici e sessisti non deve poter trovare spazio nella nostra comunità”.

I precendenti

Anche in altri Comuni dell’Adda Martesana la presenza di Casa Pound ha creato polemiche e tensioni. Anche se la situazione è sempre rimasta tranquilla.