Le norme “ridicole” anti terrorismo renderanno il centro di Cernusco deserto? La maggioranza interroga… la maggioranza.

Anti terrorismo

Le controverse norme “anti-terrorismo” entrate in vigore dopo i tragici fatti di cronaca avvenuti in Europa rischiano di rendere deserto il centro della città. A lanciare l’allarme è stato il capogruppo di Vivere Cernusco, lista alleata del Pd, Giordano Marchetti con un’interrogazione rivolta al sindaco Ermanno Zacchetti.

Il protocollo della Prefettura

“La nostra lista sabato 11 ha organizzato in piazza Matteotti l’ormai consolidata iniziativa dei “sabati bio” – ha spiegato Marchetti – Questa volta prima dell’evento la Polizia Locale ha contattato il presidente comunicandogli che l’iniziativa, diversamente dal passato, poteva essere fatta ma a condizione che prima fossero posati dei new jersey a delimitazione dell’area espositiva”. E’ questo infatti il protocollo della Prefettura.

“Così il centro si svuota”

“La prassi sarà sempre questa? – ha domandato – Se l’obiettivo è garantire la sicurezza contro ipotetici attentati la scelta imposta sabato 11 appare a mio parere pilatesca per non dire, come ha fatto qualcuno, ridicola”. Secondo Marchetti infatti i pilomat presenti impediscono già all’ipotetico terrorista di entrare nella piazza a bordo di qualche mezzo. “Rivediamo questa decisione – ha concluso – Facciamo prevalere in buon senso perché così rischiamo di svuotare la piazza principale”.