Non c’è pace per i pendolari della linea Venezia – Milano che, dopo il tragico incidente ferroviario avvenuto a Pioltello il 25 gennaio,  sono ancora in balia di disagi e ritardi.

Pendolari ancora passione

Si protrarranno almeno per altre due settimane i disagi sulla linea, in particolare nel tratto compreso tra Pioltello e Milano. Infatti, proprio a causa del deragliamento e dei lavori della Procura di Milano collegati all’indagine,  i binari utilizzabili sono stati dimezzati. Con conseguenti ritardi per tutti i treni locali.

Cantiere a rilento

Stando a quanto emerso negli ultimi giorni, Rete ferroviaria italiana non avrebbe ancora provveduto a predisporre il piano di sicurezza necessario per dare avvio al cantiere per la sistemazione dei binari rimossi dopo l’incidente. Vista la situazione di indagini in corso, senza questo documento (obbligatorio per legge) i lavori alla rete sono bloccati.

Due settimane di disagio

Lunedì, in linea di massima, gli aspetti burocratici dovrebbero essere sanati e si potrà dare avvio ai lavori di ripristino. Che, in maniera prudenziale, sono stati calcolati in 10-20 giorni al massimo. Ciò significa che i rallentamenti e i disagi andranno avanti come minimo due settimane. Non c’è pace per i pendolari che da Bergamo vogliono dirigersi a Milano, con il servizio di bus sostitutivi ancora in vigore sino a lunedì.