Anpi invita ad un presidio antifascista il 13 gennaio alle 10 in via Cilea a Cinisello

CasaPound a Cinisello

Come è successo a Bresso e a Cusano, CasaPound, è arrivata anche a Cinisello con un banchetto propagandistico annunciato domani mattina, 13 gennaio, nell’area del mercato di via Cilea.   L’Anpi, però, non intende assistere in silenzio alla propaganda di chi si definisce “fascista del terzo millenio” e lancia un appello alla cittadinanza e a tutte le realtà democratiche e antifasciste per un presidio in via Cilea domani, per le ore 10, giorno anche di mercato in quella zona.

Nell’appello l’Anpi chiede anche l’intervento del sindaco Siria Trezzi. 

L’appello dell’Anpi

“Cinisello Balsamo ha pagato un prezzo altissimo alla dittatura fascista in termini di vite umane, di deportati morti nei campi di sterminio e di danni materiali – scrive l’Anpi nel suo appello – La memoria di quei terribili anni rischia di smarrirsi se non viene continuamente coltivata e tradotta in consapevolezza capace di leggere il presente e immaginare il futuro. Questo vale soprattutto oggi, tempo in cui la memoria collettiva è stata demolita a colpi di banalizzazioni e frettolose “riconciliazioni” e i fascismi vengono rilegittimati, trovano nuovi spazi e, soprattutto, non vengono più contrastati.

Per ricordare l’impegno di tutti coloro che hanno combattuto per la libertà e la democrazia, nel rispetto della XII
Disposizione Finale della Costituzione Italiana che afferma “È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma,
del disciolto partito fascista” e delle leggi Scelba e Mancino che puniscono ogni forma di fascismo e razzismo

Leggi anche:  Ray Martino la leggenda jazz dimenticata

l’ANPI chiede

alla Sindaca:
– di ribadire l’impegno antifascista e antirazzista della città di Cinisello Balsamo e delle sue Istituzioni;
alle Istituzioni locali:
– di pretendere il rispetto della legalità democratica di fronte a organizzazioni che violano la Costituzione,
professando e/o praticando comportamenti fascisti, razzisti e omofobi;
– di promuovere l’adozione di strumenti che non consentano la concessione di spazi comuni e suolo pubblico ad
organizzazioni di ispirazione nazifascista;
alle Istituzioni regionali e nazionali:
– di attivarsi contro le organizzazioni nazifasciste, che a volte agiscono sotto mentite spoglie, sciogliendole in
quanto contrarie al dettato costituzionale.
Siamo certi che le cittadine e i cittadini di Cinisello Balsamo sapranno dare la migliore dimostrazione di
consapevolezza e di intelligenza mantenendo la nostra città immune da queste manifestazioni.
Per riaffermare l’impegno a sostegno della democrazia, dell’accoglienza, della dignità di tutte le persone,
l’ANPI cinisellese invita le Istituzioni, le realtà associative e i singoli cittadini a partecipare al presidio
antifascista che si terrà:

DIFENDIAMO LA NOSTRA CITTÀ, NO AL FASCISMO! ORA E SEMPRE RESISTENZA”