Durante il Consiglio di martedì sera di Inzago ci si è accorti di diversi errori.

Regolamento pasticciato, maggioranza costretta a ritirarlo

L’ultimo punto all’ordine del giorno del Consiglio comunale di Inzago di martedì sera ha sollevato non poche polemiche. Nel Regolamento del comitato di coordinamento delle manifestazioni e degli eventi culturali, infatti, sono stati trovati diversi refusi ed errori. Alla fine, dopo aver sospeso la seduta per un confronto, la maggioranza è stata costretta a ritirarlo.

Diverse le contestazioni sollevate

I consiglieri di Inzago bene comune Giacinta Coriale e Alessandro Braga hanno chiesto delucidazioni sui punti non chiari. “E’ un documento confuso e contraddittorio che fa acqua da tutte le parti – ha sottolineato la prima – L’articolo 5, che dovrebbe regolare dimissioni e sostituzioni, rimanda al 4 in cui, però, non c’è scritto nulla”.

Due punti di vista opposti

Sul Regolamento le posizioni di maggioranza e opposizione sono agli antipodi. Per la prima si tratta di un documento che servirà ad armonizzare la gestione degli eventi, per la seconda un’imposizione senza senso. “La ratio di fondo è centralizzare e controllare le manifestazioni – ha detto Braga – Un’associazione può già chiedere una sala, pagandola, senza dover rientrare sotto la supervisione del comitato. Avremmo votato comunque contro”.