L’inzaghese Judit Zanicotti è una testimonial della Fondazione Veronesi.

Ha sconfitto un brutto male

Judit Zanicotti, 40 anni, sposata e madre di due bimbi, nell’estate del 2014 ha scoperto di avere un tumore al seno. Ha affrontato un intervento e le cure senza mai lasciarsi abbattere ed è diventata una delle testimonial del progetto Pink is good della Fondazione Veronesi che vuole educare alla prevenzione e sostenere il lavoro quotidiano dei ricercatori. E domenica parteciperà alla maratona di New York.

Un’intensa preparazione atletica

Da quando ha saputo che avrebbe potuto partecipare alla maratona gli allenamenti si sono intensificati. “I mesi di preparazione sono continuati senza tregua – ha detto Judit – Anche durante le vacanze non mi sono fermata. Non scorderò mai i cosiddetti collinari in Sardegna all’alba con il sorgere del sole così come correre a casa mia in Ungheria, con la mia mamma che mi ha tenuto compagnia ai punti di sosta e ai rifornimenti. I week end sono cominciati tutti il sabato mattina all’Idroscalo percorrendo dai 23 ai 30 chilometri, indipendentemente dalla pioggia incessante o da 35 gradi”.

Leggi anche:  "Diamogli una zampa": Esselunga aiuta gli animali

Domenica la maratona

L’inzaghese è molto emozionata. “Sono molto contenta di poter vivere questa esperienza – ha sottolineato – Il nostro gruppo di solo donne che hanno avuto lo stesso percorso di malattia si è consolidato in questi mesi, siamo sempre più unite e posso dire che siamo come una famiglia. Mi sento pronta e la forza me la danno le mie meravigliose compagne con la quali correrò la maratona, insieme, per un obiettivo da raggiungere”.