La timidezza iniziale, un nome sentito male all’altoparlante e la ricerca (prima fallita) su Facebook: ora stanno cercando casa assieme. Una storia d’amore davvero sui generis quella nata tra Milena Nardo e Giacomo Piermattei che si sono innamorati in ospedale a Sesto San Giovanni, mentre attendevano il loro turno per donare il sangue.

Cupido colpisce quando meno te lo aspetti

“Ero nella sala d’attesa dell’ospedale di viale Matteotti. Era la mia prima donazione, con me c’era anche mia madre perché ero un po’ tesa, un po’ di paura c’è sempre, e seduto con noi c’era un ragazzo”. Comincia così il racconto di Milena Nardo, 20 anni, studentessa del liceo di Scienze umane Erasmo da Rotterdam, che grazie al progetto dell’Avis sestese di entrare nelle scuole per sensibilizzare i ragazzi alla donazione si è decisa a diventare volontaria dell’associazione. Il ragazzo è Giacomo Piermattei, 23 anni, arrivato da poco più di tre mesi nel Nord Milano per lavoro. È di Ancona, non conosce nessuno in città, ma con quella ragazza seduta di fronte a lui è stato subito colpo di fulmine. “La guardavo insistentemente, speravo contraccambiasse il mio sguardo, lei faceva finta di guardare il telefonino, ma alla fine ci siamo guardati…”. Ed è stato amore.

Leggi anche:  PizzAut che sogno. Samsung ha creato un'app per i ragazzi autistici FOTO

La disperata ricerca sui social network e lo zampino della “futura suocera”

Ma  dopo aver fatto colazione insieme, nessuno dei due ha fatto il passo di chiedere il numero di telefono all’altro. Entrambi si sono congedati pensando poi di cercarsi su Facebook, ma la ricerca è fallita: da una parte lui aveva capito male il nome della sua bella proferito dall’altoparlante che indicava il suo turno per donare il sangue, dall’altra lei non riusciva a rintracciarlo perchè Giacomo usava uno pseudonimo su Facebook. Alla fine, grazie anche allo zampino della tecnologica “futura suocera”, sono riusciti però a entrare in contatto.

Il primo bacio dopo tre appuntamenti, ora cercano casa insieme

Dal primo caffè al primo bacio sono passati tre appuntamenti: ora Milena e Giacomo stanno pensando a costruire un futuro insieme. “Stiamo mettendo via i soldi perché vogliamo sposarci”. Rivela Giacomo. “Passo per passo diventeremo una famiglia, sogniamo di avere due bambini. Intanto, continueremo a donare sangue, mi sembra ci sia arrivato chiaro il messaggio che fare del bene porta bene”.

 

La storia completa in un ampio servizio pubblicato sul numero cartaceo di Sestoweek in edicola fino a venerdì.