Trecento candidati per due posti. Ha fatto registrare un vero e proprio boom di domande il bando lanciato dal Comune di Sesto San Giovanni per assumere due persone appartenenti alle categorie protette.

Solo per il lavoro in biblioteca ci sono 200 candidati

La prima fase del bando, attraverso cui si cercano nuovi addetti da inserire uno in biblioteca e l’altro all’Ufficio relazioni con il pubblico, si è conclusa il 20 aprile. E in Municipio entro il termine sono arrivate moltissime domande: più di 100 per il posto all’Urp e quasi 200 per il lavoro in biblioteca. Nelle prossime settimane saranno valutati i curricula di tutti i candidati e di tutte le candidate che si sono presentati per lavorare in Comune.

Il sindaco: “Bene la grande partecipazione”

E considerato la grande quantità di richieste pervenute ci vorrà parecchio tempo per esaminare a fondo le domande e valutare al meglio le esperienze descritte da ognuno. Saranno ammessi alla seconda fase di selezione solo coloro che hanno presentato un curriculum in linea con il profilo ricercato. Alla fine del percorso sarà fatta una comunicazione sul sito e sulla pagina Facebook del Comune. “Sono felice che abbiano partecipato in tanti”. Ha commentato il sindaco Roberto Di Stefano. “Vedere che molti cittadini vogliono lavorare per la nostra città è un grande orgoglio”.