Che cosa è il bioarredamento? Desiderate un letto che vi garantisca dormite lunghe, sane e profonde? Affidatevi… al bioarredamento, cioè a quel modo di arredare la casa che prevede esclusivamente l’utilizzo di materiali naturali. In primo luogo, fate in modo che la camera da letto si trovi nel luogo più protetto e silenzioso della casa, preferibilmente separata dalla zona degli armadi. Gli abiti possono emettere alcune delle sostanze chimiche impiegate da lavanderie e tintorie per il lavaggio a secco, che non fanno bene al sonno. Anche il colore delle pareti ha la sua importanza. I bioarchitetti suggeriscono l’azzurro sostenendo che favorisce il riposo e il relax.

Che cosa è il bioarredamento?

Reti, supporti e materassi, ma anche cuscini e biancheria, sono di fondamentale importanza per il dormire sano. A reti realizzate con listelli in legno, che si adattano perfettamente alla schiena, abbinate materassi in pura lana e lattice naturale, o in puro cotone. Sono soluzioni ottimali per non risvegliarsi devastati nel corpo e nella mente. Oltre a legno e lana, la bioarchitettura, applicata al “sistema letto”, ha recuperato dalla tradizione anche altri materiali naturali: la torba, la paglia, il cocco e il più noto e diffuso caucciù. Con l’uso costante questi materiali possono rivelare sorprendenti proprietà benefiche.