Un ultimo dell’anno da incubo. E’ quello che ha vissuto la famiglia di Davide Castellini che abita in un appartamento con giardino posto al pian terreno di un condominio in via Unità d’Italia.

Alza la tapparella e fuori c’è un ladro

“Ci stavamo preparando per andare a trascorrere la serata a Bettola e io e mia moglie eravamo scesi nel box per portare in macchina tutte le cibarie che avevamo preparato per il cenone – ha spiegato Castellini – In casa era rimasta solo nostra figlia di dieci anni. Quando però siamo tornati in casa, al massimo cinque minuti dopo, mia figlia ci ha detto di aver sentito dei forti rumori”. Subito dopo anche la
padrona di casa ha avvertito altri rumori sospetti.

Hanno tentato di strappare le inferriate

“Venivano da fuori e quando ho alzato la tapparella della camera di mia figlia ho visto una figura che, immediatamente è saltata giù e si è data alla fuga – ha raccontato Castellini –  Gli ho urlato dietro qualcosa e lui mi ha gridato a sua volta qualche parola che non ho capito”
Castellini a questo punto ha chiamato i carabinieri ed è andato a vedere in giardino cosa fosse successo.
“Stavano cercando di strappare via l’inferriata della finestra e in giardino ho trovato anche un piede di porco – ha raccontato – L’incredibile è che erano le 17.45 e non solo noi eravamo in casa, ma lo erano anche i nostri vicini e quelli che abitano al piano superiore”.

Leggi anche:  Lutto a Pozzo, è morto un consigliere comunale

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in VERSIONE SFOGLIABILE WEB per pc, smartphone e tablet da sabato 6gennaio