Un inzaghese appassionato di storia e di arte ha raccolto diversi pezzi.

Ceramiche degli avi rivivono in un’esposizione

 

E’ stata curata dall’inzaghese Alessandro Paroni una mostra storica con pezzi artistici di rara bellezza realizzati tra l’Ottocento e i primi del Novecento in Martesana. Il giovane, che è anche un amante dell’arte del restauro degli arredi antichi, ha condotto a un’accurata ricerca storica sulle professioni dei suoi avi. I parenti vivevano in località Riva di Villa Pompea, frazione di Gorgonzola.

Eredità dei trisnonni

All’interno della villa e nel laboratorio adiacente vivevano i Brambillaschi, trisnonni di Alessandro, che per molto tempo hanno gestito l’antica fornace. Nel laboratorio venivano prodotti stoviglie e maioliche decorate, pezzi unici che venivano immessi nel mercato per ornare saloni e tavole della nobiltà milanese.

Un’intensa ricerca storica

“E’ stata una ricerca storica molto impegnativa – ha detto l’inzaghese – I risultati, però, sono stati veramente sorprendenti”. Oltre ai vari documenti dell’epoca recuperati in copia originale negli archivi storici della camera di commercio milanese, la mostra ha ospitato oltre 30 pezzi di rara bellezza artistica. I visitatori hanno potuto ammirare maioliche decorate, portaombrelli e piatti in ceramica recuperati da collezioni private e vecchi stampi originali. In molti sono stati incuriositi dall’iniziativa.