Due ricercati arrestati nel giro di ventiquattr’ore. Bloccati da Carabinieri e Polizia di Stato: erano accusati di violazione delle norme sull’immigrazione e di furto aggravato.

Primo ricercato arrestato

Il primo arresto è stato eseguito mercoledì sera, attorno alle 22, a Cinisello Balsamo, da due carabinieri fuori servizio del Norm della Compagnia di Sesto Sesto San Giovanni. A finire in manette un cittadino tunisino di 41 anni, irregolarmente presente in Italia, che dall’anno scorso era ricercato a seguito di un’ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Monza. Le accuse: violazione delle norme sull’immigrazione, resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata. Il 41enne è stato visto scendere da un furgone in via Ada Negri. I militari liberi dal servizio hanno subito riconosciuto il ricercato. E anche quest’ultimo – nonostante i carabinieri non fossero in divisa – ha capito che quelle due persone che lo guardavano – e che da lì a poco lo avrebbero fermato – erano membri delle Forze dell’ordine. Si trova in carcere, a Monza.

Secondo ricercato preso

Il secondo arresto è invece di giovedì sera. E’ stato eseguito a Sesto San Giovanni, nel quartiere Rondinella, dagli agenti di Polizia del Reparto volanti. Sul ricercato – anche lui di nazionalità tunisina – pendeva un’ordine di carcerazione per una pena residua di otto mesi, per furto aggravato. L’uomo, un 40enne risultato sospetto, era stato fermato per un semplice controllo.

Leggi anche:  Vintage Roots Festival è cominciato alla grande