Esondazione nel weekend in paese, ma solo per un’esercitazione.

Esondazione per finta, ma neanche troppo

C’era anche un’esondazione tra gli scenari di rischio messi in atto nel weekend a Gessate per fare esercitare i volontari della Protezione civile. Una simulazione che però ha rischiato di diventare realtà: sabato e domenica, infatti, la pioggia è scesa costantemente e le tute gialle hanno dovuto operare in condizioni climatiche avverse.

Dal Comune al Naviglio

Dopo aver allestito in Comune la sala operativa, alcuni dei volontari sono andati sui luoghi indicati come critici, lungo il Naviglio, per fornire le informazioni necessarie. Tra gli scenari di rischio c’è stato anche quello di una caduta di alberi, che hanno ostruito strade e accesso ai luoghi pubblici. La Protezione civile li ha rimossi utilizando delle motoseghe.

Soddisfatto il coordinatore

L’esercitazione è andata molto bene. “Sono davvero soddisfatto – ha detto il coordinatore delle tute gialle gessatesi Gianni Santoiemma – Nel nostro piccolo abbiamo dimostrato di essere preparati. Non è da tutti, poi, avere il sindaco Giulio Sancini e l’assessore Fabiano Esposti attivi ogni attimo delle due giornate, prima nel ruolo istituzionale e poi in quello di volontari. Inoltre, è stato molto bello vedere all’opera, lavorare in sinergia e potere imparare dalla Protezione civile di Monza”.