Vuoi che non dico niente a tuo marito? Dammi i soldi. E’ stato arrestato e sottoposto temporaneamente ai domiciliari un pregiudicato 32enne italiano che da mesi aveva trovato il modo di estorcere denaro all’amante in cambio del suo silenzio.

Galeotta fu la chat

Lui, un 32enne pregiudicato di origini calabresi, ma da anni residente a Brembate. Lei, 40enne sposata e madre di due figli anche lei di Brembate, che lo ha conosciuto su una chat social. La relazione clandestina andava avanti da mesi. All’inizio il 32enne chiedeva all’amante dei piccoli prestiti in denaro, diventati a un certo punto vere e proprie richieste estorsive, quando appunto la donna ha deciso di interrompere la sua relazione extraconiugale.

Soldi in cambio del silenzio

Venendo meno la sua fonte di entrata, il 32enne, con alle spalle già altri precedenti di polizia per piccoli reati, ha minacciato la 40enne di rivelare il tutto al marito inconsapevole del loro rapporto clandestino. Così ha iniziato a chiedere, in più circostanze, delle somme di denaro, arrivate fino a 2mila euro. L’ultima richiesta è stata fatta ieri. Questa volta, però, la 40enne si è rivolta alla stazione dei carabinieri di Brembate denunciando tutto quanto, per non restare ostaggio della situazione che si era creata.

Leggi anche:  Botti notturni a Pioltello risolto il mistero

Beccato con le mani nel sacco

Dopo la denuncia, gli investigatori dell’Arma hanno così organizzato un servizio di appostamento nei pressi dell’abitazione della vittima, dove era stato fissato un altro appuntamento per consegnare i soldi richiesti come prezzo del “silenzio”, arrestando così in flagranza di reato il 32enne con l’accusa di estorsione continuata.

Oggi la direttissima

Su disposizione del pm di turno, l’estorsore è stato quindi ristretto temporaneamente agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida prevista per questa mattina in Tribunale a Bergamo.

TORNA ALLA HOME