Fake news, a processo giornalisti Mediaset per la fasulla esultanza post-attentato.

Fake news: a processo giornalisti Mediaset per fatti Pioltello

Era il  22 maggio quando un kamikaze  si fece esplodere a Manchester durante il concerto di Ariana Grande. Ventidue persone erano morte. E la vicenda aveva fatto scalpore anche in Martesana. Su Facebook, infatti, qualcuno parlò di una fantomatica esultanza in un bar di Pioltello.

Notizia incontrollata

La suggestione si era presto tramutata in una bufala, che aveva fatto il giro d’Italia. Prima di rivelarsi una fake news. I giornalisti di “Mattino 5” avevano però dato credito al post su Facebook di un uomo di Pioltello che aveva dato parlato di esultanza per l’attentato presso il Marrakech Lounge.

Condanna e ritorsioni

La notizia aveva avuto gravi ripercussioni, con un attacco incendiario contro il bar. La città, invece, aveva espresso da subito la sua vicinanza al locale e la condanna per il tam tam mediatico esploso.  Ora   quattro giornalisti di Mediaset, oltre all’uomo di Pioltello che scrisse il post, hanno ricevuto l’avviso di conclusione indagini per diffamazione  aggravata.