Lite violenta tra vicini di casa a colpi di tazzine e coltelli. E pensare che, alla fine, a finire nei guai è stato proprio l’inquilino che aveva allertato la Polizia. E che è stato denunciato per il possesso dell’arma bianca.

La lite violenta è terminata con una denuncia

Una volante del Commissariato arrivata davanti al condominio di via Trento, a Sesto San Giovanni, dopo la chiamata al 113, ha trovato in strada un cittadino ecuadoregno di 42 anni con in mano un coltello. Erano le 13 di martedì. “Sono stato aggredito, un mio vicino mi ha lanciato addosso una tazzina…”, ha spiegato ai poliziotti.

Ma del lanciatore di tazzine non c’era traccia

Gli agenti si sono a quel punto messi alla ricerca del fantomatico aggressore, pare di origine magrebina. Ma di lui non c’era traccia. Forse si era già allontanato prima dell’arrivo delle Forze dell’ordine. All’origine del contendere tra i due l’uso di un contatore dell’energia elettrica. Il 42enne è stato denunciato, mentre proseguono le ricerche del “lanciatore di tazzine”.