Continuava a chiedere soldi ai genitori. Insistentemente. Era diventata una vera e propria persecuzione in famiglia quella messa in atto da un 37enne di Cologno.

Persecuzione in famiglia

Non gli era bastata una condanna a 4 anni per atteggiamenti ossessivi e persecutori nei confronti di sua mamma e di suo papà. Il figlio 37enne proprio non ne voleva sapere: a lui servivano i soldi. E così continuava a pressare i genitori per averne. A volte anche con minacce e violenze.

Non poteva avvicinarsi

L’uomo era finito in carcere per questo motivo. Tuttavia era stato rilasciato e aveva ricevuto una pena alternativa: aveva inoltre l’ordine di non avvicinarsi per nessun motivo ai propri familiari. Ma così non è stato.

Venerdì il fermo

A seguito delle continue segnalazioni per atti persecutori i carabinieri della tenenza di Cologno Monzese lo hanno fermato su disposizione del giudice della Procura di Monza, che ha infatti predisposto il trasferimento in carcere. Sarà lì che il 37enne dovrà finire di scontare la propria pena. Non è la prima volta che accade una vicenda simile. A Pessano un figlio aveva picchiato il padre per avere i soldi (LEGGI QUI L’ARTICOLO).