Picchia il suo capo e finisce nei guai. Ieri sera, martedì 5 giugno, i carabinieri hanno messo le manette ai polsi di un 42enne della Bergamasca.

Picchia il capo, che si rompe il femore

I militari sono intervenuti a seguito della segnalazione di alcuni operai che avevano avvisato che all’interno di un’azienda di confezionamento  era stata segnalata l’aggressione di un  dipendente nei confronti del proprio responsabile 53enne. Dopo aver ricostruito la vicenda, i militari  accertavano che a seguito di problematiche per questioni lavorative, il 42enne aveva aggredito con un pugno il proprio titolare, il quale, nel cadere a terra, riportava la frattura del femore destro.

L’ospedale e il tribunale

La vittima è stata successivamente trasportata presso l’ospedale di Melzo,  dove è stata ricoverata con una prognosi di 60 giorni. Il 42enne è stato tratto in arresto e nel corso dell’udienza  per direttissima  presso il Tribunale di Milano è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI