Sono tutti giovanissimi i responsabili delle rapine sui treni

Individuati dai carabinieri

I Reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Lecco nei giorni scorsi sono stati allertati a seguito di quattro rapine commesse sui treni  in transito lungo la tratta Milano- Lecco. In tutti i casi i passeggeri erano stati avvicinati con un pretesto da una o più persone, poi picchiati,  minacciati e infine rapinati.

Gli episodi sono avvenuti tra il 25 e il 31 gennaio

Il 25 gennaio  un giovane tunisino è stato preso a calci e pugni da due persone  che poi lo hanno rapinato di monili e denaro contante nei pressi della Stazione ferroviaria di Lecco. I carabinieri per quel fatto hanno denunciato due giovani, un 19enne ed un 20enne, entrambi nati in Marocco, residenti in provincia di Lecco.

Il 29 gennaio

Il 29 gennaio alle 22 sul treno che da Milano arriva a Lecco un pensionato è stato affrontato da un giovane parzialmente travisato che ha tentato di rapinarlo per poi desistere alla reazione della vittima. Poco più tardi due giovani studenti sono stati rapinati all’altezza della Stazione  di Airuno da due stranieri che si sono fatti consegnare denaro contante. I militari lecchesi hanno denunciato  un 20enne nato nel Burkina Faso, residente in provincia di Lecco ed un  minore originario del Marocco ma  residente in provincia di Sondrio.

Leggi anche:  La coppia litiga e arrivano i carabinieri... che trovano della droga troppo profumata

Il 31 gennaio

Il 31 gennaio  un giovane italiano è stato affrontato da due persone e rapinato del  denaro contante lungo la tratta che da Calolziocorte conduce a Lecco Maggianico. Anche in questo caso le  immediate attività d’indagine coordinate dal Comando Provinciale e condotte dai Carabinieri delle Compagnie di Lecco e Merate hanno permesso di denunciare in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria i responsabili delle rapine. Si tratta di un 20enne nato nel Burkina Faso, residente in provincia di Lecco e lo stesso minore residente in provincia di Sondrio già denunciato per i due episodi commessi il 29 gennaio a Lecco ed Airuno.