Il messo è passato per notificare un atto a Inzago dove viveva la foreign fighter.

Ricercata… pure dagli uffici comunali

E’ stata la prima ed è la più famosa foreign fighter italiana. Si tratta di Maria Giulia Sergio, partita da Inzago per combattere a fianco dell’Isis. Di lei non si è più saputo nulla e c’è chi ipotizza che sia morta da tempo immolandosi per il Califfato. Intanto, però, oltre ai servizi segreti la cercano anche dal Comune.

Notifica di un atto

Nei giorni scorsi, infatti, il messo comunale è passato dall’indirizzo in cui risulta ancora essere residente, in via Garibaldi. La stessa abitazione tenuta d’occhio dall’intelligence dove sono stati arrestati il padre, la madre e la sorella l’1 luglio del 2015. I genitori sono deceduti per cause naturali mentre la sorella si trova in carcere dopo essere stata condannata per associazione con finalità di terrorismo internazionale.

Nessuno in casa

Ovviamente l’appartamento era vuoto e il messo non ha trovato nessuno. La procedura prevede che l’avviso di deposito atti nella casa comunale venga pubblicato all’albo pretorio per venti giorni consecutivi, e così è stato. Se mai Maria Giulia Sergio vorrà ritirare il documento dovrà rivolgersi all’Ufficio protocollo negli orari di apertura.