Sfogo del sindaco Andrea Fumagalli durante un’assemblea pubblica.

Il sindaco stanco di certe situazioni

“Non vedo l’ora che finisca il mandato, mi sono rotto i c…”. A dichiararlo, durante l’incontro di presentazione dell’ultima edizione del Vintage Roots Festival di lunedì, è stato, a sorpresa, il sindaco Andrea Fumagalli. Il presidente dell’associazione Davide Bianchi aveva appena fatto presente che gli organizzatori sono stanchi e che portare avanti la kermesse sta diventando un peso, così Fumagalli ha detto la sua. “Capisco lo stress – ha spiegato – Qualunque cosa faccio sbaglio, come quando ho portato il carro armato in piazza per il 25 Aprile: per me rappresentava un momento di festa che richiamava anche la storia, invece sono stato tacciato di essere un militarista. Mi sono rotto i c…”.

“Non sarò più così disponibile”

Il borgomastro ha poi ribadito il suo scoramento nel rivestire il proprio ruolo durante un’intervista. “Sia chiaro, mi piace stare in mezzo alla gente, adoro quello che faccio e non trovo poi così gravoso fare il sindaco – ha detto – Ma sono stufo, è noioso sentire continuamente contestazioni, molte delle quali pretestuose. Finora ho risposto a tutti ma adesso ho deciso di cambiare atteggiamento. Chi critica e contesta solo per il gusto di farlo non troverà più la mia disponibilità. Il mio tempo è prezioso, riceverò soltanto chi ha qualcosa di costruttivo o interessante da dirmi”.
L’intervista completa sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 12 maggio.
TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.