Hanno tentato di ammazzare due carabinieri a Segrate pur di fuggire dopo una rapina, ma sono stati arrestati.

Tentano di ammazzare due carabinieri

Avevano rapinato una 27enne in viale Romagna e si erano dati alla fuga a bordo dell’utilitaria della giovane. A seguito della segnalazione al 112 il Nucleo radiomobile aveva rintracciato la vettura. I due malviventi non si erano fermati all’at dei militari ed era cominciato l’inseguimento. Che si era concluso con lo schianto in via Fratelli Cervi a Milano 2 (Segrate).

Investimento mancato

Uno dei due carabinieri aveva raggiunto l’abitacolo dell’auto e, infranto il finestrino, aveva tentato togliere le chiavi dal nottolino di avviamento. Ma i due stranieri non avevano esitato a colpirlo e a riprendere la marcia, nonostante il carabiniere avesse le gambe all’esterno del veicolo. L’auto era stata quindi diretta verso l’altro militare, scampato all’investimento solo grazie alla prontezza di riflessi. Lasciato cadere sull’asfalto il primo carabiniere, i due rapinatori avevano quindi proseguito la fuga, abbandonando l’autovettura alcune centinaia di metri dopo e dileguandosi a piedi.

Leggi anche:  Rapinatore arrestato al centro commerciale dai Carabinieri

Arrestati per tentato omicidio

L’attività investigativa ha consentito di giungere all’identificazione dei due marocchini partendo dall’analisi dei dati di traffico del cellulare rapinato, con una lunga serie di servizi di osservazione e controllo discreti, riconoscimenti fotografici e grazie al repertamento e alle successive analisi di tracce biologiche rinvenute sull’autovettura oggetto della rapina. Il che ha portato all’arresto di due marocchini H.A. 26enne e N.G. 31enne, già noti alla Giustizia, ritenuti responsabili di tentato omicidio, rapina e lesioni personali.