Tragedia di Pioltello, i pendolari organizzano una sorta di cerimonia “viaggiante” per non dimenticare i morti e i feriti del disastro ferroviario avvenuto giovedì alle porte di Milano, sulla linea Cremona-Porta Garibaldi.

Disastro ferroviario di Pioltello

Giovedì 1 febbraio, il Comitato Pendolari Cremaschi organizza “In treno con noi” sul convoglio 10458 che parte da Cremona alle 6.36 e arriva a Lambrate alle 8.10. Un’iniziativa a cui sono stati invitati tutti i cittadini, i sindaci e le forze politiche del territorio. Un modo per tenere viva la memoria di chi purtroppo ha perso la vita nella tragedia di Pioltello. Tre donne, Ida Milanesi,  Pierangela Tadini e Giuseppina Pirri che facevano la vita dei pendolari e sul treno hanno trovato la morte.

L’invito

“Il Comitato Pnedolari Cremaschi – è scritto in un comunicato – invita i sindaci e le forze politiche del territorio ad ‘accompagnarci’ in treno il prossimo 1 febbraio. Ci piacerebbe che, anche solo per un paio di fermate siate con noi per non rendere invisibile e muta l’immensa tragedia di Pioltello”. Chi volesse partecipare, il ritrovo è sulla prima carrozza del treno 10458, che parte da Crema alle 7.20, oppure davanti alla stazione cittadina alle 7.