Tre omicidi che hanno sconvolto l’Adda Martesana. Uno consumato e due culminati con il processo.

Sgozzato per un debito il ds del Brugherio

Non si avevano più sue notizie da metà novembre, quando era improvvisamente sparito nel nulla (LEGGI QUI). Il ds del Brugherio Calcio Andrea La Rosa è stato ritrovato fatto a pezzi in un bidone sull’auto condotta da Antonietta Biancaniello, 59enne di Milano. Responsabile, secondo gli inquirenti, dell’omicidio dell’uomo insieme al figlio Raffaele Rullo (LEGGI QUI). A scatenare la furia dei due un prestito che non volevano restituire (LEGGI QUI). I  funerali di La Rosa sono stati celebrati sabato (LEGGI QUI).

Condannato all’ergastolo

Si è conclusa con la condanna all’ergastolo in primo grado di Emilio Colantuoni (LEGGI QUI) la vicenda dell’omicidio di Giuseppe Nista, colognese. Un processo lungo e ricco di colpi di scena per un’esecuzione avvenuta in mezzo alla strada in pieno giorno. Ma rimangono ancora tanti lati oscuri nella vicenda (LEGGI QUI).

Leggi anche:  Le Forze dell'ordine di Trezzo benedette a San Sebastiano

Delitto passionale

Un delitto passionale, invece, quello del dicembre 2016 a Cernusco (LEGGI QUI). Due uomini sono stati arrestati per l’omicidio di Gabriella Fabbiano. Si tratta di Mario Marcone, l’ultimo compagno della donna, e di Fabrizio Antonazzo, suo amico. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti i due hanno ucciso la donna e l’hanno gettata nella cava Merlini, a Cernusco. Il corpo, però, era riemerso qualche giorno più tardi. Il processo era partito a settembre (LEGGI QUI) e si è concluso con la condanna in primo grado a 20 anni PER Marcone e a 3 per Antonazzo (LEGGI QUI).