L’ubriaco l’avrebbe fatto per vendicarsi di un atto vandalico a danno della sua macchina.

Ubriaco ha rigato una decina di mezzi

Ubriaco riga diverse automobili per vendetta e inveisce contro gli italiani. Mercoledì, intorno alle 18.30 in via Marchesi, un giovane straniero ha rigato diversi mezzi lungo la strada, dall’incrocio con via dei Chiosi a quello con via Monasterolo.

L’intervento degli inzaghesi

Il gesto è stato notato da un inzaghese di 16 anni che in quel momento era affacciato alla finestra. Il ragazzo gli ha urlato di smettere ma senza ottenere il risultato sperato. Le sue grida, però, hanno richiamato l’attenzione di condomini, passanti e utenti di pubblici esercizi. Il 16enne è quindi sceso in strada e, insieme ad altri inzaghesi, ha bloccato il giovane. Nel frattempo sono arrivati i carabinieri della stazione di Gorgonzola, che l’hanno portato via per identificarlo e stendere il verbale.

Voleva vendicarsi

“Ha detto di averlo fatto per vendetta perché qualcuno aveva rigato la sua macchina – ha raccontato un testimone – Ha anche aggiunto che gli italiani parlano a vanvera, ma sono sicuro che non c’entra nulla il razzismo. Quel giovane, infatti, era visibilmente ubriaco e tutti abbiamo pensato che siano stati i fumi dell’alcol a spingerlo a danneggiare i mezzi, infatti biascicava frasi sconnesse”.
Un gesto che avrà delle conseguenze: i proprietari delle auto rigate, infatti, potranno chiedere i danni all’autore dell’atto vandalico, che è stato preso grazie all’intervento del 16enne e di altri residenti.