Canto clandestino, spettacolo teatrale ma anche “rito civile” e ultimo progetto di Teatro degli incontri arriva in piazza a Cologno Monzese e Sesto San Giovanni dopo il grande successo riscosso a gennaio a Milano.

Canto clandestino

Una storia che arriva fino ai giorni nostri. Parte dall’affondamento del peschereccio F-174,
la “nave fantasma”, avvenuto al largo delle coste siciliane nella notte tra il 24 e il 25 dicembre 1996. Una vicenda drammatica, purtroppo non isolata. Interroga tutti sulla disponibilità e accoglienza.

Dal libro allo spettacolo

L’evento, gratuito, prende le mosse dal libro “Un canto clandestino saliva dall’abisso” di Mimmo Sammartino. Vuole ricordare tutte le persone che, viaggiando verso il nostro continente, non ce
l’hanno fatta. Allo stesso tempo, però, vuole dare voce a tutto ciò che c’è di nascosto, non dichiarato, e che non si deve e non si può sapere in merito a questa tragica realtà.

Attori e non solo…

Al centro dello spettacolo ci saranno non solo gli attori della compagnia, ma anche associazioni di cittadini. Affiancheranno infatti i performer interventi “locali”. Nello spettacolo di Cologno, ad esempio, parteciperanno in un cammeo alcuni aderenti alla Casa in Movimento di via Neruda. A Sesto quello dell’associazione Punto d’incontro. E così via.

Leggi anche:  Vaprio ripulito il cimitero e l'area dell'ex cartiera per la Giornata del verde pulito

Gli spettacoli

L’appuntamento è alle 17 di sabato 14 aprile in piazza XI Febbraio a Cologno Monzese. Domenica invece allo stesso orario la compagnia si sposterà in piazza Oldrini a Sesto San Giovanni. Domenica 22 aprile infine sarà al Parco del Grugnotorto, in via Cilea a Cinisello Balsamo.