I tre tipi di grano in mostra venerdì al Castello di Corneliano.

Frumento locale presentato come De.Co.

Curiosità e appetito sono stati soddisfatti venerdì al Castello di Corneliano Bertario. Alla presentazione della nuova Denominazione comunale di origine di Truccazzano, che prende il via da tre frumenti storici, è infatti seguita una degustazione di pietanze preparate proprio con il prodotto tipico.

Incontro al Castello

Ha raccontato il suo viaggio nel passato Silvia Giugno, l’archivista che su richiesta dell’Amministrazione e con il sostegno economico di Cogeser Energia, la multiutility della Martesana, ha analizzato la documentazione raccolta in Comune e ha scoperto le rendicontazioni degli agricoltori dei primi decenni del Novecento che elencavano i tipi di frumenti seminati e le rese dei raccolti.

Ognuno ha la sua caratteristica

Gentilrosso, Ardito e Mentana. Ogni tipo di grano ha la sua caratteristica unica e particolare. A spiegarne il percorso evolutivo è stata Patrizia Vaccino, ricercatrice del Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria), mentre la biologa nutrizionista Elena Dogliotti ha illustrato le caratteristiche nutrizionali.
Soddisfatto il sindaco Luciano Moretti, che ha già annunciato l’intenzione di estendere la De.Co anche ad altri prodotti. “Intanto abbiamo consegnato la farina derivata da Ardito e Gentilrosso a ristoratori e panificatori”, ha sottolineato.