Inaugurata sabato alla Filanda di Grezzago una suggestiva mostra per dire basta alla violenza sulle donne.

Scarpe rosse sui gradini della biblioteca e non solo contro i femminici

Gli eventi socio culturali, organizzati dall’Amministrazione in collaborazione con la biblioteca e il locale gruppo CreArt, sono stati due. Il primo ha riguardato la posa di  sandali, ciabatte e altri indumenti sulla scalinata della biblioteca di via Cavour. Lo scopo era manifestare, attraverso un gesto simbolico, a favore delle vittime di violenza. Ma non solo,  perché gli artisti del gruppo CreArt di Grezzago e Trezzano hanno espresso i loro sentimenti e la loro solidarietà attraverso una serie di opere esposte presso la Filanda.

Piccoli artisti crescono

La curiosità della mostra, allestita fino a sabato 2 dicembre, presso la FIlanda è legata al fatto che i loro creatori, sono tutti giovanissimi. “Sono gli ex allievi del laboratorio d’arte ideato dalla professoressa di storia dell’arte Miriam Ciampini, da poco in pensione – ha spiegato il vicesindaco e assessore alla Cultura, Mariassunta d’Auria – La loro passione per l’arte è nata fra i banchi di scuola delle medie. Ovvero, quando la professoressa insegnava Educazione Artistica”. La mostra è visitabile fino a sabato 2 dicembre presso l’auditorium della Filanda dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.