Sabato a Trezzano Rosa inaugurata una panchina rossa all’interno dell’Oasi naturalistica dalle donne del gruppo Anni d’argento in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne.

Una panchina rossa a simboleggiare passione e violenza

Il maltempo non ha fermato la manifestazione organizzata dalle volontarie di Anni d’argento e col patrocinio del Comune. In pratica, armate di pennello e latta di colore fornita dal Comune, nei giorni scorsi ,le donne hanno interamente colorato di rosso la panchina. Dopodiché hanno scritto in bianco una scritta emblematica: “Lui la chiamava principessa”, e a fianco hanno disegnato due occhi di donna in lacrime. Ma non solo.

Mariposa ha presentato la linea d’ascolto per donne maltrattate

All’inaugurazione dell’opera erano presenti anche i membri dell’associazione trezzese Mariposa. Il sodalizio gestisce linee di ascolto sul territorio per dare voce e conforto alle donne maltrattate. E’ stato quindi organizzato un incontro nel vicino centro padre Marengoni che ha visto come relatrice la presidentessa Anna Muschitello. “Ha spiegato che presto presenterà altre linee di ascolto. Una a Melzo e l’altra a Cassano d’Adda – ha spiegato l’assessore ai Servizi Sociali Franca Lazzarini“, presente al tavolo dei relatori. “Stanno infatti cercando volontarie per il servizio di linea di ascolto”, ha concluso. Per l’occasione le volontarie di Anni d’argento hanno realizzato una serie di portachiavi a forma forma di scarpette rosse di stoffa. Anche queste sono un simbolo della lotto contro i femminicidi. I gadget sono stati venduti e la somma raccolta è stata devoluto al sodalizio trezzese. Sta raccogliendo fondi per fornire aiuto legale, psicologico e materiale per sostenere le vittime.

Leggi anche:  Presepe vivente per le strade del paese e un collegamento da Betlemme