Sarà l’arte a scandire la primavera dei gorgonzolesi. Perché, come da tradizione, Palazzo Pirola si prepara ad aprire le sue porte a pittori, scultori, fotografi che faranno rivivere le sale della storica dimora e parleranno ai visitatori attraverso il linguaggio universale dell’arte.

Presentato Primavera a Palazzo Pirola

Ieri sera, giovedì, è stata ufficialmente aperta l’edizione 2018 di «Primavera a palazzo» con la presentazione delle mostre e degli autori delle stesse. Soddisfatto del programma l’assessore alle Attività culturali Nicola Basile. «Pur considerando le poche disponibilità economiche di tutte le Amministrazioni in questo campo, grazie alla collaborazione degli artisti che hanno accettato il nostro invito siamo riusciti a mettere in piedi un percorso variegato con tematiche che permettono di rileggere in maniera diversa ciò che ci circonda – ha spiegato – Siamo consapevoli dell’importanza del compito che ci viene affidato, costruire un’offerta culturale di livello e crediamo di esserci riusciti».

Pennellate di luce -dal 16 al 25 marzo

Ad aprire la rassegna sarà Pierangelo Brambilla con la sua mostra «Pennellate di luce». L’artista, che da sempre ha lavorato nel mondo della fotografia, da dieci anni sta sperimentando tecniche e percorsi fotografici differenti. I lavori che saranno presentati a Palazzo Pirola sono stati realizzati con la tecnica del light painting applicato su pittura fotografica di nature morte rappresentate in cantine storiche. «Per il visitatore di questa mostra non conta tanto perdersi nella tecnica fotografica utilizzata dall’autore, quanto godersi una esposizione che deve essere vista con animo leggero, serenità interiore e il giusto tempo per godersela», hanno spiegato.

Leggi anche:  E… state a Brescia: Vip in vacanza, da Ferragni a Leotta

Il bosco – dal 7 al 15 aprile

Il tema del bosco nasce a Corneliano Bertario in occasione di una mostra di arte moderna. Un tema lirico e romantico che, però, permette di addentrarsi anche in altri aspetti come quello del sentiero e del rischio di perdersi. A portare il Bosco a Palazzo Pirola sono gli artisti di «Arte tra la gente», 30 appassionati che attraverso vari linguaggi (pittura, scultura, installazioni, fotografia) hanno cercato di dar voce a un elemento naturale che, fino a un centinaio di anni fa, era una normalità del nostro territorio.

Di tratto in tratto – dal 5 al 13 marzo

La mostra personale di Valentina Rossi racconta la sua storia artistica. La ragazza, infatti, non è nuova a esporre a Palazzo Pirola e per questa occasione ha deciso di portare come tema «il tratto». Inteso come il segno che la matita lascia sulle sue tele, ma anche come l’insieme di spezzoni del percorso che è la vita. Nelle sue opere, realizzate con tecniche diverse, emergono le sue riflessioni, molte delle quali prendono spunto dalla sua attività di terapeuta in una comunità minorile.

Photo festival – dal 26 maggio al 10 giugno

Come da tradizione a chiudere la rassegna sono gli scatti fotografici della mostra itinerante milanese. Tema di quest’anno è il lavoro come si capisce dal titolo «Lavorare stanca?». Nelle foto esposte le riflessioni degli artisti sul connubio tra modernità e tradizione, tra nuove tecnologie e mestieri di un tempo.