Le scuole di Segrate prime della classe, grazie al “Progetto Campus Scolastico Digitale” che connetterà con la fibra ottica entro il 2018 tutti gli istituti cittadini. Uno sviluppo tecnologico che migliorerà le attività amministrative e didattiche dei 3.250 alunni delle scuole elementari e medie del territorio, che potranno accedere a internet tramite banda ultra larga ad alte prestazioni con maggior efficienza e velocità, sfruttando le potenzialità delle lavagne interattive Lim . La dismissione delle vecchie e costose linee Adsl in uso oggi nelle scuole, inoltre, alleggerirà la spesa pubblica.

La fibra ottica arriva a scuola

L’ok al “Campus Scolastico Digitale” l’ha dato la Giunta comunale nella seduta di giovedì 31 maggio, approvando il progetto in parte già realizzato e in parte da completare nel corso del 2018, e la concessione all’uso della fibra ottica alle scuole. Punto di forza, è la creazione di un’infrastruttura cittadina senza oneri da parte del Comune, in quanto il cablaggio degli edifici scolastici deriva da altri progetti di operatori privati, in attuazione di convenzioni e iniziative che riguardano in particolare la videosorveglianza.

Già cablato il Comune

Grazie al progetto “Nautilus e Campus Scolastico Digitale”, promosso dalla Città Metropolitana, è già stato cablato il palazzo comunale; con la convenzione OpenFiber verrà posata la fibra nelle scuole di Rovagnasco, Milano 2 e nei plessi delle elementari di Segrate centro; con l’accordo Cap Holding si provvederà a connettere le scuole di Novegro; infine nell’ambito dei progetti di potenziamento degli impianti di videosorveglianza, è già stata posata la fibra alla media Leopardi, e verranno collegate a questa rete anche le scuole di San Felice e Redecesio.

Leggi anche:  Saldi estivi 2018 in Lombardia e i furbetti degli sconti anticipati

Innovare la pubblica amministrazione

“Innovare la pubblica amministrazione è uno dei nostri principali obiettivi di mandato e questa infrastruttura è un investimento sulle nuove generazioni – commenta il sindaco Paolo Micheli –  Con questo importante progetto garantiremo alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi le potenzialità messe a disposizione dalle nuove tecnologie, contribuendo a migliorare l’offerta didattica delle nostre scuole già di altissimo livello”.

Scuole collegate tra loro e al Municipio

“A rete ultimata le scuole di Segrate saranno tutte collegate al Comune e tra di loro – spiega Viviana Mazzei, assessore all’Innovazione Tecnologica -. Sarà quindi possibile, ad esempio, dagli uffici della media di Redecesio accedere alle cartelle di rete o alle applicazioni dei server della direzione didattica di Milano 2, oppure in caso di assenza di un’insegnante aprire sessioni di videoconferenza tra l’elementare di Novegro e la sede di San Felice”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI