Fondi per  facilitare la gestione associata di funzioni e servizi comunali nelle Unioni.

Un contributo per 216 Comuni lombardi

La Regione Lombardia ha erogato 5 milioni di euro come contributo ordinario alle 69 Unioni Lombarde per un totale di 216 Comuni”. Lo fa sapere il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata, Daniele Nava, che spiega come, attraverso questo importante sostegno economico, le Unioni potranno garantire nuovi servizi e migliorare quelli esistenti.

Crescono gli stanziamenti

Nello Specifico, per il 2017, le Unioni Lombarde che hanno chiesto il contributo sono passate da 63 a 69 e i Comuni da 202 a 216, pertanto Regione Lombardia ha incrementato, lo stanziamento ordinario di 500.000 euro, rispetto allo scorso anno, per evitare una eccessiva riduzione del contributo a ogni singola realta’ associativa. “In un quadro normativo nazionale in continuo mutamento, Regione Lombardia – sottolinea il sottosegretario Daniele Nava – conferma il proprio sostegno agli enti locali Lombardi. Un impegno concreto e non scontato soprattutto in un momento di forte incertezza economica, come quello che stiamo attraversando”.

Leggi anche:  Roberta Pizzochera nuovo assessore alle Politiche sociali ed Educative

Il triennio 2017-2019

“Nel corso del triennio 2017-2019 – ha concluso il sottosegretario Nava -, Regione Lombardia ha avviato la regionalizzazione del Fondo nazionale per l’associazionismo comunale destinato alle Unioni e alle Comunita’ montane che svolgono servizi in forma associata, al fine di favorire la realizzazione di un regolamento unico e piu’ attento alle esigenze del territorio”.

I dati dalla provincia

Di seguito le Unioni dei Comuni beneficiarie del contributo di Regione Lombardia in provincia di  Milano con indicazione della cifra stanziata.
– Adda Martesana euro    227.327,67
– di Basiano e Masate euro     14.507,04
– Sud Est Milano ‘Parco dell’Addetta’  euro  155.433,17