Cena elettorale della Lega tra i commensali anche i membri della Pro Loco, Polemica scatenata da Giovanni Cocciro, capogruppo nel Consiglio comunale di Cologno Monzese del Partito democratico.

Cena elettorale

Cocciro ha così preso carta e penna e ha scritto, in qualità di socio fondatore, al presidente Cesare Ghezzi: “Su alcuni social network sono apparse diverse fotografie del presidente, assieme ad alcuni esponenti del Consiglio direttivo, alla segretaria e ad alcuni iscritti al pranzo per l’apertura della campagna elettorale di un esponente politico locale (Riccardo Pase, ndr)”, ha sostenuto nella missiva.

Inopportunità

“In alcune immagini il presidente veniva ritratto con alle spalle un manifesto elettorale – prosegue il testo -. Tali immagini possono palesemente far pensare che la Pro Loco sia schierata politicamente con quel partito e quel candidato”.

Apoliticità

Cocciro ha per tanto rammentato che l’articolo 2 dello Statuto della Pro Loco recita che tale sodalizio è apolitico. “E’ un’associazione che conta moltissimi iscritti – ha scritto il consigliere -. Essa deve assolutamente collaborare con le Amministrazioni che si succedono durante il corso del tempo. Non deve mai immischiarsi in questioni politiche. Meno che mai svolgere campagna elettorale per qualcuno”.

Leggi anche:  Elezioni Gorgonzola quattro assessori già annunciati

Principio violato

Cocciro rammenta quindi che in 30 anni l’articolo 2 non era mai stato violato. Non solo, ma ha anche minacciato di rivolgersi al coordinamento regionale delle Pro Loco se tale atteggiamento dovesse ripetersi.

“A titolo personale”

“Era un pranzo con diverse persone del territorio – ha replicato Riccardo Pase -. C’erano oltre 100 persone della società civile afferenti a diverse associazioni. Ognuna è venuta a titolo personale. Era un modo per ascoltare il loro punto di vista. Non abbiamo invitato le associazioni, ma le persone”.

 

cena elettorale cologno monzese membri del direttivo della Pro Loco al pranzo elettorale di Riccardo Pase della lega Nord
Da sinistra cesare Ghezzi con Riccardo Pase