In vista delle triplici elezioni che coinvolgeranno gli abitanti di Gorgonzola (a marzo le governative e le regionali, in primavera le amministrative) Liberi e uguali ha iniziato a confrontarsi con la cittadinanza. Il primo tema scelto per cominciare la discussione è stata la scuola.

Verso le elezioni parlando di contenuti

L’incontro di ieri sera, lunedì, nell’auditorium di via Oberdan è stato fortemente voluto dal referente cittadino del partito di Pietro Grasso, l’ex segretario del Pd Gabriele Mandelli. Dovendo parlare di scuola, la scelta è stata quella di invitare persone dell’ambiente, per analizzarne gli aspetti sotto tutti i punti di vista. A partire dall’esperienza amministrativa dell’assessore all’Istruzione di Cassano d’Adda Simona Merisi. Si è parlato anche di università con il docente Dario Giove e più in generale di scuola con l’ex docente e dirigente scolastico Arturo Bodini.

Prima uscita pubblica del candidato

L’incontro di Gorgonzola, però, è stato soprattutto la prima uscita ufficiale del candidato di Liberi e uguali alle regionali Onorio Rosati. Insieme a lui c’era anche la deputata di Leu Eleonora Cimbro. I due politici hanno affrontato il tema partendo da quello che Reegione e Stato dovrebbero fare ed evidenziando le lacune del sistema scolastico italiano.

Leggi anche:  Lavori in corso a Gorgonzola, asfaltatura in via Umbria e Molino Vecchio

“Liberi e uguali a partire dalla scuola”

“Liberi e uguali sono due concetti che, in teoria, vengono declinati nelle nostre scuole dove viene garantita a tutti la possibilità di avere accesso all’istruzione in pari misura, indipendentemente dalle risorse economiche – ha spiegato Mandelli – Dalla riforma Moratti in avanti, purtroppo, assistiamo a un declino degli investimenti nella scuola, anzi, a tagli continui che rendono il nostro Paese fanalino di coda a livello europeo”.