Ex vigili licenziati. Il Comune di Cologno Monzese è costretto a pagare 430mila euro per avere perso la causa intentata dagli interessati (LEGGI QUI).

Ex vigili licenziati

Giuseppe Rainaldi e Vincenzo Zunica riceveranno 430mila euro dall’Amministrazione che li aveva licenziati. E, stando a quanto riferito dal dirigente competente in Consiglio comunale, non saranno neppure tenuti a restituire i soldi all’Inps.

“Hanno fatto bingo”

Con una espressione che i diretti interessati hanno contestato, i consiglieri di minoranza hanno commentato la vicenda con l’espressione “Hanno fatto bingo”. Oppure “Hanno centrato il terno al lotto”.

Legge Brunetta

Il base alla legge Brunetta i due, con alcuni altri colleghi, erano stati prepensionati. Il giudice ha stabilito che vadano versati loro gli stipendi dal giorno del provvedimento a quando sarebbero naturalmente andati in congedo per limiti d’età.

Pensione

A quanto sembra dunque, non saranno tenuti a restituire le somme percepite dall’ente previdenziale, in quanto incassate non per loro responsabilità.

L’avvocato

L’Amministrazione era stata pertanto accusata di avere improvvidamente cambiato il proprio avvocato difensore prima del giudizio di Cassazione. Nei primi due gradi il giudizio era stato favorevole al Comune. E’ stato l’ultimo passaggio a farlo capitolare. “Il legale che ci ha rappresentato anche davanti all’ultima Corte è sempre stato lo stesso – ha spiegato il sindaco Angelo Rocchi – Lo abbiamo cambiato dopo tale passaggio, indicendo una gara pubblica per scegliere il nuovo”.

Leggi anche:  Elezioni regionali ecco chi c'era a sostegno di Fulgione FOTO