Dal Movimento sociale italiano alla conquista della Stalingrado d’Italia: ecco la storia della Destra Sestese scritta da Michele Russo.

“Vince sempre chi ci crede”

Si intitola “Vince sempre chi ci crede” l’opuscolo sui 25 anni di Destra a Sesto San Giovanni scritto dal presidente cittadino di Fratelli d’italia. “Un modo per narrare il percorso politico, spesso molto complicato, della Destra nella Stalingrado d’Italia”. Spiega l’autore. “Ringrazio tutte le persone che in questi 25 anni hanno sostenuto le idee e i valori della Destra a Sesto. Perché la comunità è alla base della politica e il gioco di squadra è fondamentale per raggiungere obiettivi che si pensavano irrealizzabili”.

Presenti La Russa e Lamiranda

La presentazione dell’opuscolo si è svolta giovedì a Rondinella, presso la Pasticceria Camozzi. Presente l’ex consigliere comunale  Romano La Russa. Quest’ultimo ha spiegato come fosse assolutamente complicato avere agibilità politica e democratica per la Destra nei primi anni ’90,quando venne eletto in consiglio comunale per il Movimento Sociale Italia e poi per Alleanza Nazionale in seguito. L’attuale assessore all’Urbanistica Antonio Lamiranda ha invece ricordato lo scoramento per lo scioglimento di AN nel 2008 per confluire nel PDL.

Congresso provinciale di Fratelli d’Italia

L’opuscolo è stato presentato all’antivigilia del congresso provinciale di Fratelli d’Italia. Congresso in programma oggi, sabato 11 novembre a Milano: il presidente del circolo sestese Michele Russo e l’assessore Antonio Lamiranda figurano tra i papabili delegati al congresso nazionale in programma a  Trieste nel fine settimane del  2 e 3 dicembre.