Il primo trofeo della stagione del calcio dilettantistico lombardo si assegna allo stadio Breda.

Venerdì di Coppa

Saranno Mariano Comense e CavenagoFanfulla a disputarsi la vittoria della fase regionale di Coppa Italia Eccellenza. E sarà lo storico impianto sestese a fare da palcoscenico alla partita che assegna il trofeo e che dà la possibilità alla vincente di accedere alla fase nazionale della competizione di categoria. Di fronte, quindi, due squadre di grande tradizione per quel che riguarda il calcio lombardo. Il CavenagoFanfulla è il frutto della recente fusione fra le due “anime” del calcio lodigiano, anime di cui porta ancora il nome, mentre il Mariano è espressione di una società di lunga tradizione nei massimi campionati regionali di calcio.

Pronostico sbilanciato?

In campionato fin qui  il Mariano ha condotto un cammino buono, ma non irresistibile. I comensi sono quinti in classifica nel girone B, a 8 punti di distanza dal primo posto. Il CavenagoFanfulla, che nella scorsa stagione è stato retrocesso dalla D, è tutt’ora secondo nel girone A di Eccellenza, a due lunghezze dalla capolista Verbano. Sfida secca, quella del Breda, con eventuali supplementari e calci di rigore in caso di parità. Il pronostico sembra pendere dalla parte dei lodigiani, ma in una partita secca tutto può succedere.

Leggi anche:  Giana trionfa allo stadio Porta Elisa 0-3

Un po’ di Sesto

Gli appassionati sestesi potranno rivedere all’opera giocatori che già hanno calcato l’erba del Breda. Nel CavenagoFanfulla militano infatti Alessio Battaglino, Omar Laribi e Stefano Brognoli, recenti protagonisti di campionati di serie D con la maglia della Pro Sesto. In panchina sarà invece sfida fra il brianzolo Danilo Battistini, guida del Mariano, e Andrea Ciceri, condottiero del CavenagoFanfulla. Si prevede un buon afflusso di pubblico, sia di addetti ai lavori che di spettatori neutrali, oltre che dei sostenitori delle due contendenti. Parola al campo: calcio d’inizio alle 14.30.