Capriate invasa dai judoka. E’ successo domenica quando in città si sono dati appuntamenti oltre 500 appassionati dell’arte marziale di Jigoro Kano.

Capriate invasa

Tantissime società e oltre 500 judoka. E’ stato un successo, domenica, il doppio appuntamento con il Trofeo Coral Città di Capriate e con il meeting giovanile che hanno animato il palazzetto dello sport di via Bustigatti. Per il maestro Gregorio Imperatore del Judo Coral  il successo di partecipazione e sportivo in occasione del “suo” trofeo, non è una novità. Non è infatti la prima volta che la competizione porta sulle sponde dell’Adda centinaia di tecnici e atleti.

Una gara che piace

L’appuntamento capriatese evidentemente piace  molto ai judoka non solo lombardi e di tutto il Nord Italia ma anche delle altre regioni, tanto è vero che, quest’anno, ha partecipato anche una società sportiva pugliese.  “Organizziamo una delle prime gare della stagione – ha rivelato la sua ricetta Imperatore che quest’anno si è tolto anche la bella soddisfazione di vedere la sua società sul secondo gradino più alto del podio, dietro al Ronin Monza – Facciamo quindi un po’ da cavia ai regolamenti che, ogni anno, subiscono qualche aggiornamento e anche per questo la nostra gara è molto apprezzata da tanti judoka che possono testare le varie modifiche. Quest’anno gli ultimi aggiornamenti sono arrivati il 13 gennaio e noi regolarmente li abbiamo applicati nella gara di domenica”.  Secondo Imperatore che, nelle scorse settimane, ha anche tenuto una lezione agli arbitri e ai giudici proprio su i nuovi aspetti del regolamento, le nuove norme hanno portato sensibili miglioramenti. “Si è visto un judo più tecnico e più veloce grazie a un regolamento moderno – ha commentato – Speriamo che adesso rimanga così fino al 2020 come previsto”.