La società di calcio di Cassano d’Adda racconta la propria storia lunga sessant’anni.

Storia di tanti anni passati sul campo

La Pierino Ghezzi ha fatto la storia. E ora la racconta in un libro. La società calcistica ha prodotto, in occasione delle celebrazioni per il suo sessantesimo anno di attività, un volume fotografico che ripercorre gli anni della compagine oratoriana. Sono raccontati aneddoti, personaggi, eventi significativi e, soprattutto, si mostrano al pubblico centinaia di foto d’archivio. “La Ghezzi per me, sessant’anni di calcio per tutti”,  il titolo della raccolta. Centododici pagine, centotrentotto fotografie e sei capitoli, uno per decennio.

Aneddoti e curiosità

Tra le pagine si diramano decine di storie che hanno reso la Pierino Ghezzi ciò che è oggi ma che non erano mai state impresse su carta. Dal nome così particolare, in onore di quel Pierino Ghezzi, membro attivo della comunità oratoriana, morto sul fronte albanese nel 1940, a soli 25 anni, passando per Emilio Pacchiarini, che fu tra i primi segretari della società ed è testimone del calcio di quell’epoca.
Tradizioni, come la benedizione pre-partita di don Albino Aglio, e avventure quali un viaggio fino a Castelcovati, nel Bresciano, per ottenere il certificato di nascita di un calciatore avversario e dimostrare l’età non regolare, vincendo la partita a tavolino.
I DETTAGLI E LE FOTO STORICHE SUL NUMERO DELLA GAZZETTA DELL’ADDA IN EDICOLA DA SABATO 31 MARZO.