Buona partenza ai Nazionali giovanili per le promesse della Team Trezzo sport. Stanno scaldando i motori in vista delle sfide che nel weekend infiammeranno la piscina di Riccione.

Tre ragazze in vasca ai Nazionali giovanili

La pattuglia trezzese è guidata dal ds Davide Conconi ed è composta dalle Cadette Ilaria Ripamonti (classe 2000 di Busnago), Silvia Fagnani (2000 di Pessano con Bornago) e da Gaia Pesenti (2004, inzaghese, categoria Ragazze). E’ partita giovedì mattina dal centro natatorio di Trezzo per scendere in vasca, la mattina seguente, nella mitica piscina dell’impianto di Riccione, sede della competizione nazionale. Alla kermesse, che si protrarrà fino a domani, domenica, stanno partecipando oltre duemila atleti, suddivisi nelle categorie Junior, Cadetti e Ragazzi.

Le gare del venerdì

Ieri, venerdì, in mattinata la prima a scendere in vasca è stata Ripamonti nei 100 rana, riuscendo a migliorare la sua prestazione personale e toccando il bordo in 1’11’’88 (a ben 5’’ dalla prima classificata). Poi è toccato a Pesenti sfidare le pari età nei 50 metri stile, ottenendo un ragguardevole ottavo posto, che l’è valso anche il miglioramento del personale (ha chiuso in 26’’70 a circa 50 centesimi dalla prima). «Deve aver patito l’emozione – ha ammesso Conconi – Perché è partita male, altrimenti avrebbe potuto scalare la classifica e avvicinarsi al podio». Nel pomeriggio Ripamonti è scesa di nuovo in vasca nei 200 misti e ha ottenuto un altro discreto risultato 2’19’’13. Poi è toccato a Fagnani esordire nella gara dei 400 stile, tagliando il traguardo al dodicesimo posto in 4’18”23.

Leggi anche:  Trezzo ladri smemorati rubano abiti e lasciano i loro ma poi tornano a reclamarli e vengono presi

Le prove del weekend

Ripamonti ci riproverà quindi oggi, sabato, a strappare una buona prestazione. Al mattino nei 200 rana e nel pomeriggio nei 400 misti. Pesenti cercherà di rifarsi questa sera nei 200 stile e domenica mattina nella prova dei 100 stile, sua specialità preferita. Fagnani, infine,  domenica pomeriggio si cimenterà negli 800 stile libero.

L’auspicio del ds

«Le premesse per riuscire a raggiungere buone prestazione ci sono – ha ripreso Conconi – L’importante è che le ragazze riescano a migliorare i propri tempi. Poi se dovessero riuscire a salire sul podio, tanto meglio».