Trecento partite in Serie A per l’arbitro di pallacanestro Maurizio Biggi, classe 71′ residente a Cassina de’ Pecchi.

Trecento partite

Questa sera alle 20.45 dirigerà  l’incontro tra il Pistoia basket e la Pallacanestro Reggiana. E tra l’altro l’evento coincide con un’altra ricorrenza per lui importante: il trentesimo anno di attività.

L’inizio

Era il 1988 quando Biggi, originario di Piacenza, giocava a calcio, come tanti. Ma era appassionato anche di pallacanestro. E un giorno si verificò l’episodio che gli cambiò la vita.

Il racconto

“Era un sabato pomeriggio e doveva iniziare una partita tra ragazze di 12 anni  – raccontò nel 2014 alla Gazzetta della Martesana in un’intervista in occasione della sua prima finale scudetto arbitrata – L’arbitro però non si presentò e così i dirigenti mi chiesero di farlo io. Caso volle che quel giorno tra il pubblico c’era un fischietto federale in attività, che a fine partita mi avvicinò e mi convinse a frequentare il corso. E da lì iniziò tutto. Non seppi mai chi era l’arbitro che dovevo ringraziare per non essere arrivato».

Leggi anche:  Ats nega l'operazione in Svizzera del piccolo Isaac Vaccaro

Nella Gazzetta della Martesana

Tutti i dettagli nell’edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell’edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 17 marzo 2018.